Fiori di Loto: Caratteristiche, Significato e Leggenda

Fiori di Loto: Caratteristiche, Significato e Leggenda

I fiori di loto hanno un grande valore e una propria simbologia nella cultura del Sol Levante. Leggi l'articolo per scoprire il significato e la leggenda che si nasconde dietro questi splendidi fiori!

Caratteristiche dei Fiori di Loto

Il fiore di loto è un genere di piante acquatiche che fece la sua prima comparsa sulla terra circa 80 milioni di anni fa.

Appartiene alla famiglia delle Nelumbonaceae e comprende due specie: la Nelumbo Iutea e la Nelumbo nucifera.

Questo tipo di fiore regna negli stagni e nei laghetti e si può vedere soprattutto in estate, tra giugno e settembre, periodo di fioritura. Cresce velocemente, fino a raggiungere il metro di altezza.

I suoi petali sono molto grandi: ogni fiore ne ha circa una ventina, sono linguati e possono essere di colore bianco, rosa o giallo.

Spesso i fiori di loto vengono confusi con le ninfee o, addirittura, considerati la stessa cosa. Ciò che differenzia le due specie di piante è il loro portamento sull’acqua: la ninfea ha le foglie che poggiano sull’acqua, mentre le foglie del loto sono molto più grandi e fuoriescono dall’acqua. 

 

Significato dei Fiori di Loto

Il termine giapponese per indicare il fiore di loto è hasu 蓮 e significa "purezza dell'anima".

Il loto è un fiore particolare perché ha in sè un fascino naturale nonostante le sue radici siano immerse nel fango.

Proprio per la sua capacità di sbocciare in tutta la sua bellezza dal fango, simboleggia la rinascita in un mondo contaminato dalle impurità.

Il loto è considerato un fiore sacro sia per il Buddhismo che per l’Induismo. Nella religione Buddhista ha una forte simbologia e rappresenta l’integrità del corpo e della parola e l’elevazione spirituale dell’uomo virtuoso.

Questo fiore, che nasce nel buio e nel fango, arriva fino in superficie pulito e aprire i suoi petali quando viene colpito dai raggi del sole per poi richiuderli una volta arrivato il buio.

Infatti, uno dei testi fondamentali della religione Buddhista, il Sutra del Loto, parla proprio della forza vitale universale che dà origine e regola tutto ciò che esiste.

Leggenda dei Fiori di Loto

Esiste un’antica leggenda che risale a più di duecento anni fa e vede come protagonisti proprio i fiori di loto.

Si narra che molto tempo fa si diffuse una terribile epidemia nell'odierno distretto di Kyoto che colpì il signore di Koriyama e la sua famiglia.

Un giorno, giunse un’eremita al castello e rivelò che solo piantando dei fiori di loto si sarebbero potuti allontanare gli spiriti maligni colpevoli di aver diffuso l’epidemia.

Allora, il signore decise di ascoltare l’eremita e di piantare i fiori nel fossato della fortezza. Dopo pochi giorni il signore di Koriyama e la sua famiglia guarirono e il castello fu ribattezzato con il nome di "Castello del Loto".

Dopo la morte del signore di Koriyama, il castello fu ereditato dal figlio che, però, trascurò i fiori di loto.

Un giorno, un samurai vide due bambini che giocavano sul bordo del fossato e, preoccupato, cercò di allontanarli dal pericolo, ma i due si tuffarono in acqua e scomparvero.

Tornato al castello, il samurai riferì l’accaduto e gli alti funzionari decisero di pulire il fossato per cercarli, ma non trovarono nulla.

Una sera, un altro samurai, passando lungo il fossato, vide dei giovani ragazzi che giocavano vicino al bordo dell’acqua e, pensando che potessero essere degli spiriti malvagi, decise di colpirli con la spada.

All'improvviso si sollevò una nuvola di vapore che non riuscì a fargli vedere nulla. Il mattino seguente, però, il samurai si rese conto di aver ucciso gli spiriti del loto che avevano salvato il castello e il popolo dall’epidemia. 

Sentendosi terribilmente in colpa, il samurai decise di compiere l'harahiki, la cerimonia di suicidio dei samurai. Da allora, i fiori continuarono a fiorire ma non furono mai più visti gli spiriti del loto vicino al fossato.

Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguire il nostro blog per altri interessanti articoli sul Giappone!


Post più vecchio Post più recente