Cowboy Bebop in Arrivo il Live Action Su Netflix

Cowboy Bebop in Arrivo il Live Action Su Netflix

Ormai ci siamo: mancano pochissimi giorni al lancio della serie più attesa dell'autunno. Cowboy Bebop approderà sulla piattaforma Netflix il 19 novembre, con una serie live action ispirata all'iconica serie anime del 1998.

Ma perchè questa serie è così attesa e chiaccherata? E soprattutto, cosa dobbiamo aspettarci da questo nuovo prodotto di Netflix? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Cowboy Bebop 2021: Tutti i Dettagli

La notizia è ormai di diversi mesi fa, ma per chi se lo fosse perso Netflix ha annunciato la messa in onda di un adattamento in carne ed ossa dell'amata serie anime Cowboy Bebop, in arrivo il 19 novembre 2021.

Secondo quanto rilasciato da diverse interviste, questa nuova serie del 2021 non sarà un remake fedele in tutto e per tutto all'originale.
La serie live action, ripercorrerà le vicende della serie del 1998, approfondendo però diversi aspetti della trama e la storyline di molti personaggi, arricchendo ulteriormente la storia originale con nuovi filoni narrativi e retroscena, dando largo spazio anche a personaggi secondari ed antagonisti della vecchia serie anime.

Trama

Nel 2071 l’intera umanità ha colonizzato tutti i pianeti del sistema solare, dopo che un incidente planetario ha sterminato parte della popolazione della Terra e ha costretto i suoi abitanti a lasciare il pianeta e spostarsi altrove. In un mondo iper-tecnologico, ma vessato da una criminalità organizzata estremamente potente e capillare, la polizia ha le mani legate e, come nel vecchio West, i tutori della legge tornano ad essere i cacciatori di taglie, che vagano nello spazio alla ricerca di delinquenti da catturare.

Spike Spiegel e Jet Black sono due cacciatori di taglie molto abili, entrambi con un passato oscuro e doloroso alle proprie spalle.
A bordo della loro astronave Bebop si aggiungeranno il cane welsh corgi iper-intelligente Ein, la provocante truffatrice perseguitata dai creditori Faye Valentine e l'eccentrica e geniale hacker preadolescente Radical Edward.

Nel corso delle loro azioni, di solito fallimentari, inconcludenti o di scarso profitto, tutti i membri dell'improbabile equipaggio dovranno fare i conti con questioni ancora irrisolte del loro turbolento passato, segnato da ricordi traumatici, memorie perdute, abbandoni mai chiariti e amori travagliati.

Produzione, Regia e Cast

La serie avrà una durata di 10 episodi di un'ora ciascuno: André Nemec è lo showrunner della serie, Christopher Yost è accreditato come autore e Alex Garcia Lopez sarà il regista del primo episodio.

Da sottolineare la presenza del regista della serie originale Shinichiro Watanabe in qualità di consulente dello show e soprattutto il ritorno nel ruolo di compositrice di Yoko Kanno, già responsabile dell'iconica colonna sonora originale dell'anime.

La sigla della serie riprende largamente la sigla dell’anime del 1998: la magistrale conduzione del comparto musicale della Kanno è ormai diventata iconica, grazie alle musiche di genere jazz e fusion.

Il cast comprende John Cho (interprete di Spike Spiegel, il protagonista principale), Mustafa Shakir (Jet Black) e Daniella Pineda (Faye Valentine).

La Serie Anime di Cowboy Bebop

Nel 1998 lo studio Sunrise, sotto la direzione di Shinichiro Watanabe, dava vita a Cowboy Bebop, capolavoro di animazione e cultura pop, caposaldo della fantascienza.

L'anime ha una struttura episodica, con la maggior parte delle puntate che si sviluppano verticalmente all'interno dell'episodio stesso: Cowboy Bebop è caratterizzato da un profondo senso di solitudine e di rassegnazione, i protagonisti sono tormentati da un passato che non vuole abbandonarli e che ne condiziona l’esistenza.

Il risultato è un prodotto a sè stante, non catalogabile in nessun genere in quanto prende e combina in maniera perfetta elementi fantascientifici, noir, western, drammatici e comici.

Se dal lato creativo la serie risulta già un prodotto davvero ben fatto, è con il reparto tecnico che ha conquistato il suo status di icona dell'animazione giapponese.

La direzione registica fortemente citazionista e che appunto si rifà ad una moltitudine di generi differenti e soprattutto il comparto musicale che rompe la tradizione e la consuetudine, proponendo brani dalle sonorità jazz, country e folk in un'ambientazione futuristica ma con forti elementi retrò, ne hanno esaltato le qualità evidenti e reso questo prodotto indelebile nella mente degli spettatori, contribuendo a determinare il clima ed identità del prodotto.

Cosa Aspettarsi Dalla Serie Netflix

Per il momento la nota piattaforma di streaming ha rilasciato davvero pochissime immagini di girato, lasciando fan ed addetti ai lavori con pochissimi indizi su quello che potrebbe essere la serie e creando molta aspettativa.

Purtroppo Cowboy Bebop si troverà in una situazione particolarmente scomoda in quanto verrà sempre messa a confronto con la serie animata: quest'ultima è infatti considerata all'unanimità un capolavoro e sempre presente ai primi posti nelle classifiche dei migliori anime mai prodotti. Il paragone diretto con un'opera così iconica ed amata sarà quindi invitabile e molto arduo da affrontare.

Il live action di Cowboy Bebop potrà quindi rivelarsi una piacevole sorpresa oppure verrà bollato come una cocente delusione.

I fan hanno accolto la serie con molta cautela, in quanto Netflix ha già commesso più di un passo falso in passato con operazioni simili: basti pensare all'adattamento live action di Death Note, accolto come uno dei flop peggiori prodotti dalla nota piattaforma di streaming.

Tuttavia, all'apparenza sembra che Netflix abbia imparato dai propri errori: innanzitutto la presenza di Watanabe e della Kanno sembrano una garanzia, perlomeno di quello che sarà il taglio e la direzione verso cui tenderà il comparto tecnico dell'opera.

In secondo luogo, per ricoprire le figure di autori e sceneggiatori della serie, è stato selezionato un gruppo di professionisti che era già fan dell'anime originale e dell'animazione giapponese in generale.

Non resta quindi che aspettare e vedere cosa ci riserverà questa serie e come sempre... see you space cowboy!

Credits: Geoffry Short - Netflix


Post più vecchio Post più recente